Content Marketing

Blog aziendale: piccola guida per usarlo al meglio come strumento di marketing

Il blog aziendale può essere a tutti gli effetti uno strumento da inserirsi all'interno di una strategia di comunicazione volta all'acquisizione di nuovi clienti. È un’attività a lungo termine, in cui occorre molta pazienza e costanza prima di vedere i primi risultati.

Stefania De Scisciolo
Pubblicato il 28 Agosto 2020
6 min e 58 sec

Uno dei modi più efficaci oggi per costruire una sana brand awareness sul web e fornire allo stesso tempo contenuti utili per l’utente è il blog. Ma per le piccole imprese e attività commerciali locali la scelta di integrare attività di blogging nella propria strategia di marketing può risultare veramente un problema.

Gestire un blog richiede tempo, energia, costanza, competenze di pianificazione, di analisi e stesura di contenuti. Non sempre è facile per chi ha un piccolo business esternalizzare o trovare spunti attuali e nuovi da comunicare; ed ecco che il blog rischia così di arenarsi dopo pochi mesi dal lancio, e l’euforia iniziale di spegnersi come la fiamma di una candela.

E questo anche se sei consapevole che il blog è una componente chiave per stabilire una strategia di marketing e branding online completa.

In questa breve guida cercherò di aiutarti a capire cos’è un blog aziendale, perché è un potente strumento di marketing e come impostarlo correttamente.

 

Come utilizzare al meglio il blog aziendale – guida pratica

Indice dei contenuti

1. Cos’è un blog aziendale.
2. Blog aziendale: perché è utile.

  • Aumenta la brand awareness.
  • Avvicina l’azienda al consumatore.
  • Crea un rapporto di trasparenza e credibilità.
  • Aumenta il numero di clienti.

3. Le basi per creare un blog aziendale.

  • Identifica il tuo pubblico e crea un piano editoriale che possa intercettare i bisogni
  • Non limitarti solo al testo
  • I contenuti devono essere SEO oriented
  • Adeguati al lettore
  • Invoglia il pubblico ad interagire e condividere
  • Non dimenticare la call-to-action

 

Cos’è un blog aziendale

Un blog aziendale è una sezione del sito web nella quale sono presenti aggiornamenti, consigli e best practices inerenti al proprio settore di competenza. Il blogging è un modo economico per le piccole imprese di indirizzare il traffico al loro sito, migliorare i funnel di marketing e attirare più lead potenziali.

Secondo una recente ricerca di Hubspot quasi l’80% delle aziende che utilizzano il blogging nella propria strategia di marketing ha riferito di riuscire ad acquisire clienti. Inoltre, l’82% delle aziende ammette che il blogging è fondamentale per la propria attività. E sono molte le organizzazioni piccole, medie e grandi che affidano la stesura di testi a SEO copywriter professionisti per consolidare e aumentare la visibilità del proprio business.

 

Blog aziendale: perché è utile

Ok, molto utili i dati e le statistiche, ma giustamente quello che ti preme sapere di più è perché il blog aziendale è utile; e, soprattutto, come proprietario di un’impresa non tanto grande e con un profitto non molto alto vuoi sapere perché dovresti allocare parte del budget destinato alla comunicazione ed al marketing, nella stesura di un blog.

La risposta è semplice: per i molteplici vantaggi che il blog aziendale porta in termini di visibilità, autorevolezza e affidabilità.

Ovviamente anche il blog aziendale, come ogni strumento di marketing d’altronde, non può essere inteso come la soluzione ad ogni problema. L’attività di blogging è realmente efficace quando è inserita in un set di strategie di comunicazione e marketing, social, pubblicitarie o promozionali, le quali tutte insieme concorrono ad aumentare la visibilità del brand ed al raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

 

Quali sono i vantaggi che si ottengono con il blog aziendale?

  • Aumenta la brand awareness
    Un blog aggiornato e scritto sapientemente, crea un valore alla propria azienda in termini di visibilità. La corretta scelta dei contenuti, risultato di una ben pensata content strategy, attraverso un piano editoriale ben strutturato, permette di intercettare nuovi potenziali clienti e opportunità.
  • Avvicina l’azienda al consumatore
    Il cliente prima di acquistare o richiedere un servizio, vuole sapere con chi si sta relazionando e si chiede se puoi essere tu la figura adatta per risolvere i suoi problemi. Attraverso dei contenuti realmente informativi e ben strutturati, l’utente percepisce la bontà del tuo lavoro ed è invogliato a creare una connessione.
  • Crea un rapporto di trasparenza e credibilità
    Pubblicare contenuti di frequente, citare le fonti e riportare tutte le novità che siano di carattere normativo, promozionale o che riguardano l’azienda in sé, conferisce un segnale di azienda attiva e trasparente che non considera il suo pubblico solo come clienti, ma che al contrario li coinvolge e li informa.
  • Aumenta il numero di clienti
    Il motivo principale per il quale un blog aziendale viene aperto e gestito è aumentare il proprio parco clienti.

Attraverso i contenuti pubblicati, le condivisioni e il rapporto di fiducia che si instaura con i lettori, è inevitabile che un blog aziendale permetta di raggiungere nuovi utenti.

Aspetta però, non finisce qui. Il blog aziendale al fine di essere un efficace strumento di marketing necessita di alcune semplici, ma fondamentali regole per funzionare. Prosegui la lettura per scoprire quali sono.

 

Le basi per creare un blog aziendale

Blog aziendale: piccola guida per usarlo al meglio come strumento di marketing

Fare blogging può essere a tutti gli effetti considerata una strategia di marketing per acquisire nuovi clienti. È un’attività a lungo termine, in cui occorre molta pazienza e costanza prima di vedere i primi risultati.

Quanto ti ho appena detto dovrebbe portarti a riflettere su quanto sia sbagliato credere alla tendenza esplosa in questi ultimi anni del blog come “guadagno facile”.

Fatti un giro su Google; è sufficiente ricercare “creare un blog” sui motori di ricerca ed ecco che escono fuori risultati su come generare un profitto. Ci sono molti utenti, anzi troppi, che immaginano il blog come una fonte di guadagno facile ed immediata.

Diffida da queste false promesse, un blog non nasce per questo. Il blog è un mezzo utile a generare contatti, traffico e visualizzazioni, ed è attraverso i clienti acquisiti con l’autorevolezza e la fiducia trasmessa con i contenuti che riuscirai a vendere e a generare profitto.

Quindi vediamo quali sono le basi per creare un blog aziendale e per arrivare ad essere un punto di riferimento per la rete nel tuo settore.

 

Identifica il tuo pubblico e crea un piano editoriale che possa intercettare i bisogni

Da chi è composta la mia audience?” Domanda fondamentale da porsi prima di scrivere qualsiasi contenuto. In tal senso, è utile chiedersi:

  • Chi sono i miei lettori?
  • Quali contenuti possono interessare?

Una volta definito il pubblico, il consiglio che posso darti è creare un piano editoriale coerente, tenendo conto che un blog, una volta aperto deve essere aggiornato almeno 2 volte a settimana.

 

Non limitarti solo al testo

Il blog è la vetrina della tua azienda. Se gli articoli contenessero solo del testo, il lettore, oggi nell’epoca in cui l’attenzione è inferiore a quella di un pesce rosso, potrebbe presto stancarsi.

Non a tutti piace leggere, bisogna quindi inserire contenuti multimediali come immagini, infografiche, brevi clip video, approfondimenti sotto forma di e-book, report e webinar.

 

I contenuti devono essere SEO oriented

Essere a conoscenza di come strutturare un contenuto ottimizzato per i motori di ricerca è un aspetto fondamentale. Puoi creare il miglior contenuto presente sul web, ma se non contiene le parole chiave giuste, non è indirizzato al target di riferimento e non è ottimizzato dal punto di vista grafico, si perderà nelle profondità più oscure del web.

 

Adeguati al lettore

Esistono due macro-categorie di lettori: quelli interessati ai punti principali di un determinato argomento e quelli interessati ad approfondire.

Il blog aziendale deve intercettare entrambe le intenzioni di ricerca. Come? Evidenziando grazie all’utilizzo degli elenchi puntati, dei titoli e sottotitoli e dei grassetti i punti principali, al fine di consentire una rapida lettura e riportando per ciascuno di questi un approfondimento.

 

Invoglia il pubblico ad interagire e condividere

I contenuti dovrebbero sempre avere al loro interno delle domande rivolte ai propri lettori. Un blog si caratterizza proprio per essere uno strumento utile a creare nuove connessioni.

Invitare i propri lettori a condividere un post, interagire e scambiarsi opinioni, può essere estremamente vantaggioso per alimentare il passaparola.

 

Non dimenticare la call-to-action

È vero, un blog di per sé difficilmente porterà dei guadagni immediati, anche perché come già detto in precedenza, il fine ultimo è acquisire nuovi clienti e con questi rafforzare il proprio business.

Quindi, una call-to-action che indirizzi verso un servizio o prodotto in vendita, risulta fondamentale e facilita il raggiungimento dell’obiettivo prefissato con il piano editoriale e la content strategy.

 

In questa breve guida abbiamo visto perché è utile e come impostare un blog aziendale. In un mondo sempre più connesso e competitivo, un blog può realmente aiutare le piccole imprese a dimostrare tutto il proprio valore.

In conclusione voglio lasciarti un consiglio importante: devi intendere l’attività di blogging come un asset per la tua azienda. Se decidi di aprire un blog aziendale devi essere costante e paziente; se dopo averlo aperto, ti accorgi di non riuscire a dedicargli la giusta attenzione, ti conviene affidare la gestione ad un blogger o content marketer professionista, oppure chiuderlo.

Avere un blog non aggiornato è un’arma a doppio taglio. Che impressione hai tu quando atterri in un blog per cercare un’informazione, e ti ritrovi l’ultimo articolo pubblicato 2-3 anni fa? Ti fideresti ad acquistare? A te la scelta.

Articoli precedenti