Social Media

ClubHouse: come e perché è diventata l’app più discussa del momento

Il nuovo ha sempre interessato l’uomo e nel mondo digital ancora di più e qualunque sarà il futuro di Clubhouse possiamo dire che proprio per questa varietà di tematiche trattate e per il networking vocale è un’opportunità.

Iride News
Pubblicato il 2 Marzo 2021
6 min e 5 sec

Non è merito di Elon Musk se Clubhouse è l’app del momento, no. Anzi il founder di Tesla ha fatto la sua apparizione spettacolare nella Room del nuovo social network quando questo aveva già raggiunto numeri mostruosi. Non puoi non aver sentito parlare di Musk e di Clubhouse, c’è davvero tanto rumor intorno a questa nuova piattaforma che con oltre 2 milioni di utenti attivi settimanali è attualmente il social network in più rapida crescita sul mercato.

Vediamo come funziona e di cosa si tratta principalmente.

 

Cos’è Clubhouse la live app vocale più discussa e famosa del momento

ClubHouse: come e perché è diventata l'app più discussa del momento

Possiamo definire Clubhouse come la radio del nuovo millennio. Un nuovo social network vocale che sta rivoluzionando il modo di comunicare e fare rete e permette di creare stanze in cui puoi discutere a voce i tuoi argomenti preferiti. All’interno di ognuna di esse gli iscritti interagiscono tra di loro solo via audio; non ci sono foto (tranne l’immagine di profilo), niente video, niente messaggi di testo.

Clubhouse lanciato in pieno lockdown ad aprile 2020 a maggio dello stesso anno era già valutato a 100 milioni di dollari (ora si vocifera sia arrivato ad un miliardo dopo l’ultimo round di finanziamento). È stata la strategia di marketing, attentamente pianificata dai founders Paul Davison e Rohan Seth che ha reso la vocal app una tecnologia irresistibile ed esclusiva.

 

Come ci si iscrive a Clubhouse?

Clubhouse è un social network a cui si accede solo per invito e solamente con un sistema operativo IOS (i “comuni androidiani” devono aspettare ancora un po’ per entrare nelle stanze di Clubhouse, ma sembra ci stiano lavorando).

Gli inviti arrivano sotto forma di messaggi di testo e gli utenti che ne ricevono, hanno a disposizione un numero limitato di persone da poter invitare.

Un ottimo modo per alimentare la sensazione che sia un social esclusivo, non credi?

Inoltre, questi inviti super desiderati inizialmente sono donati praticamente con il contagocce, e non a persone qualunque, ma alle celebrità americane più famose: sono su Clubhouse personaggi televisivi come Oprah Winfrey e rapper come Kanye West, oppure venture capitalist come Mark Andressen; fino ad arrivare ad attori come Chris Rock, e ad imprenditori del calibro di Elon Musk (che sembra aver invitato niente poco di meno che Vladimir Putin in una conversazione) e Mark Zuckerberg.

Cosa è successo poi? Le celebrità hanno invitato gli amici, che hanno portato altri amici ancora… E tra un “Vuoi un invito?” e l’altro, ecco che a gennaio Clubhouse arriva in Italia.

 

Come funziona Clubhouse

Clubhouse è un social network organizzato in stanze. In ogni room gli utenti che hanno avuto la fortuna di ricevere un invito, possono iniziare con il registrarsi, creare un profilo e interagire, solo ed esclusivamente con la propria voce. Puoi registrarti solo se hai raggiunto la maggiore età e se passerai la verifica dei dati.

Dopo aver ricevuto l’invito, viene chiesto di scegliere il nome utente e per continuare devi connetterti con il tuo account Instagram o Twitter. Facebook non è stato preso in considerazione, e sembra che gli ideatori non abbiano intenzione di integrarlo neanche nel prossimo futuro.

Twitter e Instagram non sono social utilizzati da tantissime persone, chissà se anche questa non sia una mossa per tentare di mantenere un’esclusività, che finirà per esaurirsi prima o poi.

In seguito alla registrazione è il momento di compilare il proprio profilo, qui è possibile inserire un’immagine e una bio, ti consiglio vivamente di utilizzare questo spazio poiché Clubhouse lavora in ottica SEO, quindi ottimizza al meglio la descrizione con parole chiave con cui vuoi che gli altri ti trovino, in base ai temi che ti interessano e alle tue peculiarità. Volendo puoi configurare il tuo profilo anche in seguito, andando nell’icona a forma di ingranaggio.

Appena sei dentro la prima cosa che vedi è la schermata principale e in base agli interessi che avrai settato trovi al centro le stanze disponibili in quel momento e quelle in programma. Non sono le uniche, ti basterà cliccare su Explore e vedere quali stanze hai a disposizione.

 

È il momento di interagire: come funziona Clubhouse e le room

Ogni stanza ha un amministratore che ha il ruolo di moderare i membri della conversazione, come accade per i gruppi Facebook ad esempio.

Nella parte superiore dell’app sono presenti cinque icone: una lente di ingrandimento, una busta da lettere, un calendario, una campana e la foto del tuo profilo.

  • Lente d’ingrandimento: utilizzala per cercare le persone o gli argomenti che ti interessano. Quando effettui una ricerca, ti verranno forniti risultati per persone o club. I club sono come gruppi che organizzano eventi diversi su argomenti specifici.
  • Busta da lettere: qui è dove si invitano le persone. Fai clic su questa icona e seleziona il nome di chi vuoi invitare. Attenzione, hai un numero limitato di inviti.
  • Calendario: il planner con le prossime stanze consigliate. Sono racchiuse le room selezionate in base ai tuoi interessi, alle persone che segui e ai gruppi in cui ti trovi.
  • Campanella: come per tutte le app, è l’icona delle notifiche.
  • Immagine del profilo: l’accesso al tuo profilo. Da qui puoi modificare le tue informazioni, vedere quante persone e quali club segui.

Le stanze consigliate da Clubhouse non ti soddisfano? Fai tap sulla lente di ingrandimento e vai alla ricerca di argomenti, stanze o utenti che ti interessano; una volta trovato quello che cerchi ti basta toccare con il dito l’icona per entrare nella stanza. Una volta dentro puoi scegliere di essere protagonista o spettatore, vediamo come.

 

Entrare come pubblico

Una volta che sei all’interno della stanza diventi parte del pubblico, sei spettatore. In questo caso puoi ascoltare, ma non parlare. Le interazioni sono limitate ad un semplice ping o all’invito, per notificare ad un amico l’ingresso in una stanza.

L’altra cosa che puoi fare da pubblico è “alzare la mano”. Come funziona nelle video-call su Meet, anche qui su Clubhouse hai a disposizione un’icona a forma di manina, questo permette ai moderatori di capire che vorresti “salire sul palco” e parlare.

 

Salire sul palco

Una volta che i moderatori ti permettono di salire sul palco rimani con il microfono spento fino a quando non sarà il tuo turno, questo per evitare fastidiosi rumori di fondo o sovrapposizioni con altre persone.

Quando è il momento di parlare una barra verde ti informa che sei stato scelto e hai la possibilità di accettare o declinare, non appena inizi a parlare un cerchio verde si crea attorno alla tua foto profilo.

È possibile anche diventare moderatore, e puoi esserlo solo se nominato da un altro admin.

In qualità di moderatore, oltre alla possibilità di parlare, avrai anche quella di portare le persone sul palco e gestire la stanza.

 

Perché non iniziare ad utilizzare Clubhouse?

ClubHouse: come e perché è diventata l'app più discussa del momento

Anche se Clubhouse ha ultimamente attirato l’attenzione per delle presunte criticità sul trattamento dei dati personali degli utenti, sembra che non acceda alla voce dell’iscritto quando è in muto e che non registri le conversazioni, le quali scompaiono non appena la stanza viene chiusa.

Solo nel caso in cui caso sono segnalate alcune violazioni degli standard richiesti (privacy e sicurezza) gli audio si mantengono per le verifiche necessarie. Sarà un aspetto interessante da approfondire nel prossimo futuro.

Clubhouse è un nuovo social network, e come tale desta sorprese e dubbi contemporaneamente, come è accaduto per Patreon che focalizza la sua forza nel video e negli abbonamenti. 

Nella nuova live video app il punto di forza sono le moltissime voci presenti, di diversa provenienza e lingua, nonostante l’esclusività che vuole mantenere. Gli argomenti trattati, infatti, sono moltissimi e da differenti prospettive.

E qualunque sarà il futuro di Clubhouse, possiamo dire che proprio per questa varietà di tematiche trattate e per il networking vocale è un’opportunità, un modo nuovo per farsi conoscere e sperimentare strategie di marketing.

Il nuovo ha sempre interessato l’uomo e nel mondo digital ancora di più. Visto che è un’app ancora in uno stato embrionale dovresti provarla, magari trovi un oceano blu con il suono della tua voce.

Articoli precedenti