Digital Digital Marketing

Conversion Marketing: cos’è e come applicarlo

Iride News
Pubblicato il 22 Dicembre 2021
6 minuti

Se sei alla ricerca di informazioni riguardanti il conversion marketing, probabilmente il tasso di conversione del tuo sito web non ti soddisfa affatto. È vero, hai realizzato una strategia di marketing a prova di bomba, porti traffico, produci contenuti e fai SEO in maniera corretta. Utilizzi anche l’email marketing, però il tasso di conversione stenta a decollare. 

Vuoi una buona notizia? Il tuo sito non è l’unico in questa situazione. Certo, la puoi ritenere come una mezza sconfitta, ma ciò significa che c’è anche ampio margine di miglioramento.

Nella guida che stai per leggere, scoprirai che cos’è il conversion marketing e quali sono le soluzioni che puoi adottare fin da subito per cambiare in maniera immediata il tasso di conversione del tuo sito web. 

 

Conversion Marketing: cos’è?

Il conversion marketing è l’insieme di iniziative che hanno l’obiettivo di massimizzare le azioni degli utenti all’interno del tuo sito web o di qualunque “proprietà digitale” tu abbia (landing page, newsletter, optin-page…). 

“Una strategia di conversion marketing include tattiche per sfruttare al meglio il traffico esistente su un sito Web, ottimizzando i suoi elementi chiave per aumentare le conversioni.”

Tuttavia siamo ben consapevoli di quante siano le attività giornaliere di un marketers: creare contenuti, organizzare backlink, monitorare le campagne pubblicitarie. Chi trova il tempo di fare conversion marketing, soprattutto se non si sa da dove iniziare? 

Il potere del conversion marketing è molto semplice: sfruttare una buona base di traffico per generare un aumento significativo di conversioni. Qualunque esse siano. Vediamo brevemente quali sono le best practice da adottare per avere un boost delle conversioni. 

 

Best practice per un conversion marketing efficace

Nel marketing online, una conversione quindi si verifica quando il visitatore svolge l’azione che desideri maggiormente, intraprenda.

La maggior parte degli utenti arriva sul tuo sito attraverso vari touchpoint: i risultati dei motori di ricerca, contenuti specifici, link in newsletter. In tutte queste situazioni applicare strategie di conversione incoraggia la fedeltà del consumatore e stimola la decisione di acquisto.

Per questo è importante seguire delle best practice per migliorare il tasso di conversione in ogni aspetto del proprio sito web e funnel di vendita.

 

Ottimizza il tuo sito web

Ci sono dei motivi per cui il tasso di conversione non decolla. Vediamo cosa è bene ottimizzare:

  • Usabilità del sito web. Uno dei motivi per cui il tasso di conversione è basso è la scarsa usabilità del tuo sito web. Ad esempio, l’utente potrebbe sperimentare una navigazione negativa e non riuscire a trovare ciò che cerca. 

Per questo, assicurati di inserire una barra di ricerca oppure dei filtri per aiutarlo a trovare ciò che cerca.

  • Ricerca Google. Prima di effettuare qualsiasi acquisto, gli utenti cercheranno informazioni su Google.

Pertanto, imposta una strategia SEO per rendere i tuoi prodotti facilmente reperibili nel motore di ricerca più famoso del mondo. 

  • Utilizzo del mobile. L’ottimizzazione “mobile first” è un must – e anche uno dei trends del 2022 – perché gli utenti navigano sempre di più da smartphone e tablet. Assicurati che tutti gli elementi dei tuoi contenuti (testo, pulsanti CTA, collegamenti) siano reattivi e vengano visualizzati correttamente su schermi con risoluzioni diverse.

 

Interagisci con gli utenti corretti

Se il tasso di conversione del tuo sito web è basso, probabilmente ti stai rivolgendo ad utenti non interessati ai tuoi prodotti e servizi. Ci sono alcuni modi per spiegare meglio cosa offri e intercettare le persone giuste:

  • Esegui campagne di re-engagement. Invia delle newsletter e delle email agli utenti che hanno già interagito con la tua attività. Rimuovi dalla mailing list chi ignora le tue comunicazioni. 
  • Personalizza la comunicazione. Struttura i contenuti che invii agli utenti in maniera tale che siano personali. Utilizza il nome dell’utente nell’oggetto oppure nella prima riga dell’email. Invia anche SMS oppure notifiche push personalizzate. 
  • Segmenta il tuo pubblico. Rivolgiti ai gruppi di persone che hanno alcune caratteristiche comuni come età, sesso, posizione. 
  • Utilizza gli annunci mirati. Sfrutta le potenzialità di piattaforme come Google Ads e Facebook Ads che hanno opzioni di targeting per intercettare utenti interessati ai tuoi prodotti e servizi.
  • Usa il remarketing e il retargeting. Il retargeting moltiplica le possibilità di generare più lead mostrando annunci pertinenti. Con il remarketing sarai sempre nella mente dell’utente e lo “inseguirai” dappertutto.

 

Costruisci un Brand affidabile 

Il prossimo passo per aumentare il tasso di conversione è quello di costruire un brand affidabile e che sia tale anche nella mente del consumatore

Pertanto, inizia con il produrre dei contenuti di qualità con immagini professionali da diverse angolazioni. Struttura contenuti che siano convincenti e che portino l’utente a capire quali sono i vantaggi per cui vale la pena acquistare il tuo prodotto o servizio. 

Utilizza le leve di riprova sociale come recensioni e feedback positivi sul tuo sito web. Infine, sfrutta canali come social media, e-mail, SMS per metterti in contatto con i tuoi potenziali clienti. 

Automatizza i tuoi processi

Infine, una tattica per aumentare il tasso di conversione del tuo business è di automatizzare i processi. Ecco alcune alternative per farlo: 

  • Email Marketing. Utilizza strumenti come le e-mail di benvenuto, e-mail di carrello abbandonato, tutto ciò che occorre per tenersi stretti stretti gli utenti. 
  • Fai Marketing utilizzando i chatbot. Alleggerisci il lavoro del servizio clienti utilizzando i chatbot 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. 
  • Notifiche push. Le notifiche push web aiutano a informare il tuo pubblico su nuove offerte e notizie legate al tuo brand.
  • Marketing via SMS. Spesso sottovalutato, il marketing tramite SMS è un modo efficace per entrare in contatto con i tuoi utenti ed effettuare delle vendite flash.

Lo sapevi che il tasso di apertura di un SMS è di gran lunga superiore a quello di una newsletter? 

 

Conclusioni: come applicare il conversion marketing al tuo business

Come hai potuto vedere, aumentare il tasso di conversione del tuo business attraverso il conversion marketing non è qualcosa che può essere ottenuto da un giorno all’altro. 

Devono essere messi in campo strumenti, risorse e idee nel tempo per ottenere il massimo.

Se utilizzata correttamente, l’analisi del tasso di conversione può rivelare quali canali sono più efficaci per il tuo business e guidare così decisioni strategiche.

Ad esempio se i dati ti mostrano un conversion rate più basso del previsto, hai modo di individuare quali sono i problemi e identificare così come migliorare il tasso di conversione.

Il prossimo passo? Inizia ad applicare ognuna delle best practices che abbiamo visto insieme, e monitora i risultati per capire quale di queste riesce, in misura maggiore, ad aumentare il conversion rate del tuo business

Articoli precedenti