Digital Marketing

Google riduce gli annunci sponsorizzati

Vi sarete accorti che da circa un mese la pagina dei risultati di ricerca di Google – meglio nota come SERP – ha cambiato layout. Ecco cos'è cambiato.

Iride News
Pubblicato il 25 Marzo 2016

Vi sarete accorti che da circa un mese la pagina dei risultati di ricerca di Google – meglio nota come SERP – ha cambiato layout: la colonna laterale degli annunci a pagamento è stata rimossa, lasciando in prima pagina solo i primi quattro siti sponsorizzati tramite campagne AdWords.

Un cambiamento che non è stato preannunciato da alcun proclama ufficiale ma che di fatto ha reso più competitiva la gara tra inserzionisti, con inevitabile aumento del CPC.

Secondo alcune fonti due sarebbero le ragioni che hanno spinto Big G su questa strada. Da una parte l’esigenza di uniformare l’esperienza desktop a quella da mobile, prendendo atto che quest’ultima ha ormai il primato per numero di accessi. Soprattutto risponderebbe all’obiettivo costante di ottimizzare le performance dello strumento pubblicitario vista la scarsa efficacia degli annunci laterali in termini di CTR e conversioni.

Di base la principale ricaduta è e sarà un rafforzamento (guarda caso) della piattaforma Google Shopping e in generale degli annunci illustrati di Google, o PLA, recentemente introdotti per fornire informazioni strutturate e arricchite di elementi multimediali. Due quindi le strade percorribili: quanti saranno intenzionati a investire in promozione online dovranno rivedere al rialzo il proprio budget ma soprattutto dotarsi di adeguati tool di monitoraggio ottimizzazione in tempo reale delle offerte; piccole aziende o player con meno capacità di spesa dovranno invece puntare sempre di più a migliorare la propria SEO strategy.

Non ultimo, l’esito finale potrebbe comunque essere positivo in termini di aumento dello standard qualitativo delle inserzioni e il relativo valore di interesse per gli utenti. Staremo a vedere.