Social Media Social media strategy

Instagram is the new… Stories-telling

Nel mondo di Instagram esistono moltissime aziende e altrettanti brand che stanno utilizzando le stories per creare contenuti incredibili. Osserviamo insieme come queste realtà riescono a rendere le loro stories così accattivanti e a valorizzare il proprio business.

Stefania De Scisciolo
Pubblicato il 7 Agosto 2020
5 min e 47 sec

Sono oltre un miliardo nel mondo le persone che ogni giorno si collegano ad Instagram, un numero elevatissimo e in costante crescita. Numeri che provano l’importanza di essere su questo social fatto di immagini statiche, ma soprattutto in movimento: le stories formato sempre più popolare, tanto da essere sfruttato da Zuckerberg per competere con i video di TikTok lanciando Reels.

Ebbene sì, Reels la nuova feature di Instagram consentirà agli utenti di realizzare dei contenuti video e di condividerli con il vasto pubblico del social network.

Ma ora torniamo a parlare di Stories, delle potenzialità di questo strumento per aumentare l’engagement di Instagram, dell’utilità nel fare storytelling e nel creare uno storyboard per rafforzare il branding e stabilire collaborazioni.

 

Costruire una solida community con le Instagram Stories

Instagram is the new… Stories-telling

Le Instagram Stories sono molto più che uno strumento utile per entrare in contatto con i propri follower ed attirarne di nuovi. Pubblicare costantemente contenuti video infatti, permette anche ai post di avere un rendimento migliore.

In altre parole, più pubblichi Stories, più gli utenti interagiscono e maggiori saranno le probabilità di comparire nel feed dei propri followers.

Scommetto che ora ti starai chiedendo: e quindi, come posso avere più followers grazie alle Instagram Stories?

Domanda più che lecita. La soluzione è nel creare uno storyboard, e cioè la sequenza visiva di come le tue storie sono visualizzate dagli utenti.

 

Quali requisiti deve avere uno storyboard efficace?

Pensa alle tue storie di Instagram come ad una rivista da sfogliare o ad una sit-com sul tuo business. Un inizio, un intermezzo ed una fine le renderanno più interessanti e avranno più possibilità di coinvolgere i tuoi follower fino alla fine.

Uno storyboard per essere efficace deve:

  • essere chiaro negli obiettivi: se il tuo obiettivo da raggiungere con le Instagram Stories è ad esempio aumentare le vendite del tuo e-commerce, una foto di te al mare in vacanza non sarà poi così in focus e finirà per confondere il pubblico.
  • strutturato secondo una sequenza logica: l’utente deve essere invogliato a seguire il tuo storyboard, pubblica i contenuti con una sequenza logica. Hai presente quando un episodio di una serie tv finisce sul più bello, lasciandoti con il fiato sospeso e quella irrefrenabile voglia di sapere come andrà a finire? Ecco, il concetto è praticamente lo stesso.
  • rimandare ad un’azione o call to action: non dimenticare che se utilizzi Instagram per far crescere il tuo business, lo storyboard dovrà contenere la CTA, un collegamento che finalizza quello che era il tuo obiettivo iniziale.

Al fine di rispettare i suddetti requisiti, è sicuramente utile servirsi di un piano editoriale che può essere definito come un promemoria volto ad organizzare in maniera chiara, coerente e logica la propria strategia comunicativa.

 

Curiosità: cos’è Instagram Reels?

La notizia del lancio di Reels è fresca fresca. Simile a TikTok, Instagram Reels è la feature che consente di creare video di 15 secondi utilizzando canzoni popolari. Zuckerberg con questa nuova funzione spera di fare concorrenza al social cinese e di creare un luogo in cui gli utenti partecipano a delle sfide e inseguono trend.

Vishal Shah Head of Product di Instagram in un’intervista su TechCrunch svela che il 45% dei video sul social dura meno di 15 secondi, ecco perché lanciare Reels, questo renderà la feature molto interessante per chi vuole mostrare video brevi, senza passare per forza dalle storie o nel feed, perché condivisi in uno spazio apposito.

Reels fornirà insomma un ulteriore livello all’esperienza Instagram agli utenti. E sebbene la funzionalità sia appena stata rilasciata, alla fine potrebbe essere una sostituzione gradita, se TikTok venisse bandito (idea tra i piani di governo degli Stati Uniti).

 

Come aumentare l’engagement di Instagram con le Stories

Definiti i punti principali dello storyboard vediamo ora come aumentare l’engagement su Instagram proprio grazie alle stories:

  • partecipa e visualizza le storie degli altri: l’algoritmo di Instagram tende a premiare gli utenti più attivi. Sii partecipe e interessati ai contenuti della tua community;
  • pubblica una storia almeno ogni due ore: il concetto è semplice, più pubblichi più sarà facile raggiungere nuovi follower;
  • utilizza i location tags: condividere un luogo turistico e associarlo al tuo brand, aiuta a raggiungere gli utenti che sono già entrati in contatto con quel luogo;
  • non dimenticare gli hashtag: sono un potente mezzo per raggiungere potenziali follower. Scegli quelli giusti e non esagerare;
  • sfrutta tutte le potenzialità del social: aggiungi collegamenti alle tue stories: è un procedimento utile per veicolare gli utenti verso una pagina web. La funzione ad oggi è riservata agli account aziendali;
  • instaura collaborazioni: stringi legami con gli influencer, le aziende e i marchi collegati alla tua attività o passione, è una pratica molto diffusa su Instagram. L’idea di fondo è riuscire, grazie alla collaborazione, a raggiungere rapidamente utenti profilati;
  • fai repost degli UGC: ripubblica i contenuti generati dagli utenti rendendoli accattivanti ed in linea con il tuo brand.

Hai letto fin qui, hai capito perché le Instagram Stories sono importanti nella tua content strategy e compreso che avere degli obiettivi chiari ed un’estetica coesiva aumenta l’engagement del tuo account. Adesso che ne dici di imparare dalle Stories dei migliori?

 

Esempi di Instagram Stories vincenti

Instagram is the new… Stories-telling

A volte, un esempio pratico aiuta più della teoria. Dare uno sguardo a come i grandi marchi impostano le proprie stories è probabilmente il modo migliore per scoprire quali sono le ultime tendenze e strategie.

Daily Harvest

L’azienda si occupa della vendita di alimenti congelati. Con oltre mezzo milione di follower, è sufficiente dare uno sguardo al profilo @dailyharvest per comprendere la strategia aziendale attuata nella pubblicazione delle stories le quali si caratterizzano per:

  • generare l’esigenza di acquistare il prodotto; 
  • mettere in evidenza cosa rende il prodotto unico; 
  • offrire uno sconto speciale; 
  • utilizzare immagini chiare e dettagliate.

Prada

A riprova del fatto che non esiste una strategia universalmente riconosciuta come più efficace di un’altra, @Prada con ben 23.8 milioni di follower al contrario dell’esempio precedente utilizza spesso stories dal contenuto misterioso con l’obiettivo di scaturire curiosità nei potenziali clienti.

Tale strategia si fonda sul concetto che fornire informazioni poco definite, ma allo stesso tempo accattivanti, genera nell’utente il desiderio di approfondire e di conseguenza sarà portato ad interagire, rispondendo positivamente alla call to action.

Sephora

La celebre multinazionale di profumerie @sephora, basa le sue stories sulla statistica: oltre il 40% del pubblico le visualizza senza audio. Quindi ciò porta alla creazione di contenuti ad alto impatto visivo, interattivi e in grado di indirizzare lo spettatore verso il proprio sito web. Per ora non è ancora possibile condividere la fragranza di un profumo, di quanto sono creativi in Sephora potrebbero trovare anche il modo in futuro… Chissà 🙂

 

Sfrutta queste ispirazioni a tuo vantaggio

Non mancano nel mondo dei social media e di Instagram aziende e brand che stanno facendo cose incredibili con le stories.

Osserva realtà simili a te o che appartengono al tuo stesso settore, osserva i loro account Instagram e vedi come si muovono.

Ma ricordati di farlo solo per trarre sana ispirazione, perché poi spetta a te rendere le tue stories magnetiche che riescono a coinvolgere utenti e a valorizzare il tuo business.

Articoli precedenti