Creazione Siti Web Digital UX-UI

Quando UX e UI fanno davvero la differenza?

User Experience e User Interface sono aspetti fondamentali perché legati alla soddisfazione e all'esperienza degli utenti nella navigazione di siti web o nell'utilizzo di applicazioni mobile. 

Angelo Antonio Annibaldis
Pubblicato il 8 Maggio 2020

UX e UI due termini di cui avrai di certo letto e sentito parlare. E lo speriamo per te, perché ad oggi sono tra gli elementi che determinano il successo o il fallimento di un business.

User Experience e User Interface sono aspetti fondamentali perché legati alla soddisfazione e all’esperienza degli utenti nella navigazione di siti web o nell’utilizzo di applicazioni mobile. 

Nel 2020 non si può di certo pensare di strutturare un servizio senza tenerne conto. 

Tuttavia, nonostante la loro importanza, i due termini sono ancora confusi l’uno con l’altro e scarsamente implementati nelle strategie di web design e progettazione.

Oggi facciamo chiarezza sul tema e vedremo cosa sono l’UX e l’UI, perché sono importanti e quando possono fare la differenza.

 

UX e UI perché sono essenziali per il tuo business

Ad oggi i dati parlano chiaro: la maggior parte degli utenti abbandona un sito in 10-20 secondi, e circa il 28% disinstalla un’app dopo neanche due giorni.

Sembra incredibile vero? Il tempo che impieghi per scartare una caramella è lo stesso che le persone dedicano alla tua pagina web. E questi dati così poco incoraggianti dipendono proprio da una scarsa progettazione dell’interfaccia utente (UI) e dell’esperienza utente (UX).

In pratica, come funziona: gli utenti approdano su un sito o scaricano un’app perché sono alla ricerca di qualcosa, devono soddisfare un bisogno. Una volta arrivati si aspettano di trovare una piattaforma intuitiva e funzionale che risponda alle loro necessità. 

A questo punto possono accadere due cose:

  1. l’utente trova quello che cerca, è guidato da un’esperienza visiva e di navigazione in linea con le sue intenzioni; è felice perché ha raggiunto il suo obiettivo. La conversione avviene;
  2. l’utente una volta arrivato sul sito o aperta l’applicazione non riesce a trovare quello che cerca, viene colpito da una sensazione di disorientamento; è triste e deluso perché non riesce a trovare quello di cui ha bisogno. Scatta l’abbandono, il sito viene immediatamente scartato a favore dei competitor. Tempo di permanenza di 10 secondi massimo, frequenza di rimbalzo altissima.

Tra le due opzioni quale sceglieresti?

Per non minare la salute di un intero business curare l’UX e l’UI di un progetto web è essenziale.

 

UX vs UI qual è la differenza?

 Cosa significa UX?

L’User Experience (UX) è la procedura che migliora la navigazione e rende più intuitiva l’esplorazione di applicazioni e pagine web per migliorare l’esperienza complessiva degli utenti.

Il fine è quello di fornire a questi ultimi la massima soddisfazione e fluidità durante tutto il processo.

Il termine venne coniato da Donald Norman, studioso di scienze cognitive e di psicologia, per indicare un insieme di aspetti che riguardano l’interazione con un prodotto o servizio.

L’User Experience infatti è l’insieme di buone norme che un sito o un’app dovrebbero avere per incontrare la soddisfazione del pubblico.

Il portare a termine gli obiettivi e la capacità di conversione dipendono molto dalla prima impressione che l’utente ha appena apre un sito o un’app.

Prendiamo come esempio gli e-commerce: quando si sta per effettuare un acquisto, una buona UX è fondamentale per trasformare un utente in cliente. Con processi e strategie adeguate un UX designer dovrà prevedere il percorso giusto per aiutare i visitatori a trovare quello che cercano nel minor tempo possibile, e accompagnarli al carrello.

 Se vogliamo fare un esempio più alla portata di tutti, possiamo paragonare l’UX ad un ristorante. Ti può capitare di andare in uno di quei posti dove si mangia davvero bene, oppure di ritrovarti in uno di quelli che, oltre a mangiare un ottimo cibo, sei servito in un ambiente immersivo, dove puoi vivere anche un’esperienza.

Quali dei due ti avrà soddisfatto di più?

Gli elementi chiave della User Experience

  • Architettura dell’informazione: nota anche con la sigla IA ha l’obiettivo di fornire agli utenti una navigazione intuitiva e facilitata indipendentemente dal browser che si utilizza. L’UX Designer progetta la struttura delle informazioni di app o siti web, per migliorare l’esperienza nella navigabilità.
  • Usabilità: elemento che determina la facilità di utilizzo e di navigazione rispettivamente di un’app e di un sito web. Attraverso test e miglioramenti l’UX Designer deve trovare il giusto compromesso per garantire un’ottima esperienza utente.

Cosa significa UI?

L’interfaccia utente (UI) è invece il modo in cui il servizio o prodotto si presenta; nello specifico è il processo di miglioramento della presentazione e dell’interattività di un sito Web o applicazione mobile.

Si concentra sull’aspetto visivo e di come questo crea interazione con gli utenti.

Quante volte ti è capitato di entrare in un sito web, e provare come una sensazione di disorientamento; di sentirti in trappola, senza via di uscita come prigioniero del labirinto del minotauro?

Ecco questi sono quei casi in cui l’User Interface non è ben progettata. E sono quelli in cui una mancata armonia e sistemazione degli elementi visivi, incide sulle possibilità di conversione.

La User Interface guida l’utente nella maniera più intuitiva possibile, a trovare ciò di cui ha bisogno.

Un esempio in cui la UI è fondamentale? Assolutamente la landing page ideata per acquisire lead. Se gli elementi non sono al posto giusto e non rispecchiano le abitudini del target a cui vuoi rivolgerti, chi si ritroverà a suo agio ad acquistare i tuoi servizi?

La cosa da non dimenticare mai nel mondo del business digitale è che ciò che fa la differenza non è solo cosa offri, ma anche come lo offri.

 

Gli elementi principali dell’User Interface

  • Interaction Design: la creazione del design e del concetto di un progetto web. Include l’estetica, i colori, il font, le icone…;
  • Wireframing: è diciamo la bozza, il progetto di prova per testare la funzionalità, l’aspetto e l’usabilità di un’app o di un sito web, prima che vengano effettivamente lanciati;
  • Visual Design: è il componente più importante della User Interface, è la progettazione visiva. E cioè come il progetto si presenterà agli utenti.

 

UX e UI: quando fanno la differenza?

Ogni azienda si pone come obiettivi principali la crescita e la conversione;  l’UX e l’UI insieme svolgono un ruolo fondamentale per il loro raggiungimento.

Abbiamo visto che l’UX migliora l’esperienza e la soddisfazione dell’utente e l’UI ne cura lo stile e la presentazione visiva.

Il ruolo importante che ricoprono questi due elementi in un business è quello di aiutare un’azienda a conquistare la fiducia degli utenti, fornire loro ciò che stanno cercando. Un’ottima esperienza utente ed un’interfaccia accattivante trasformano gli utenti in clienti. 

Quindi perché l’UI e l’UX sono essenziali per la crescita aziendale?

 UI e UX Development sono elementi essenziali di un business perché si concentrano sulle persone, sulla loro soddisfazione e creano per esse valore. Le aziende, le startup che mettono il cliente al centro e studiano i servizi con percorsi e processi ad hoc, saranno coloro che andranno lontano.

Una buona progettazione UI e una buona UX attirano l’attenzione degli utenti e li guidano nella navigazione verso il loro obiettivo, nel modo più intuitivo ed efficiente. 

Sono elementi diventati ormai una parte significativa dello sviluppo web di oggi e non sono più tralasciabili.

 

 

Articoli precedenti