Agenzia Web Creazione e-commerce Creazione Siti Web Gestione e-commerce

Realizzazione e-commerce Parma

Sempre più realtà scelgono di aprire un e-commerce, ma quali sono i requisiti per un'attività di successo? E quali scenari si aprono in questa nuova fase di rilancio? La nostra agenzia è pronta a raccogliere grandi e piccole sfide.

Stefania De Scisciolo
Pubblicato il 3 Maggio 2020
7 minuti

Un canale strategico anche per retailer e piccoli esercenti

Non più solo grandi aziende e PMI, ma anche piccoli esercenti e artigiani stanno oggi orientando le proprie strategie commerciali verso la scelta di aprire un proprio negozio anche sul web.

Complice la recente vicenda del Covid-19, abbiamo assistito a una crescita della domanda di questo tipo di servizio, soprattutto per realtà locali costrette ad affrontale un improvviso crollo di clienti e in cerca di alternative al canale di vendita tradizionale.

I dati dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm–Politecnico di Milano parlano chiaro, ma anche nel B2B si registra fermento. E se si parla ormai di “boom e-commerce” per retail, GDO e ristoranti e di soluzioni più avanzate per realizzarlo sempre (tecnologie, piattaforme, marketplace generici e verticali…) realizzare un e-shop rappresenta ancora un passaggio delicatissimo da attuare dopo attenta analisi e pianificazione.

Non bisogna infatti sottovalutare le principali regole d’ideazione, progettazione e marketing che costituiscono l’ossatura del progetto ecommerce e ne garantiscono il successo, requisiti che solo l’esperienza e la conoscenza approfondita del settore possono garantire.

Uno shop sempre su misura

Quindi cosa comporta aprire un e-commerce? Quali sono le azioni e i requisiti basilari per avviare un’attività di vendita on-line? Qual è il tipo di investimento necessario per poterrealizzare un eCommerce?

Partendo dalle domande più frequenti l’agenzia web imposta la propria attività di consulenza e progettazione, strutturando servizi dedicati alla ideazione, sviluppo e promozione di e-commerce professionali.

Ideazione, sviluppo, lancio e promozione sono infatti le principali fasi del progetto, corrispondenti nel nostro caso anche alle aree di lavoro per realizzare un e-shop personalizzato sull’attività e su qualsiasi scala. Vediamole nel dettaglio:

  • Analisi preliminare e ideazione

    La fase “preliminare” che prepara il progetto vero e proprio, è fondamentale per porre le premesse necessarie alla riuscita. Comprende infatti oltre alla raccolta del brief e degli obiettivi desiderati da raggiungere, l’analisi di mercato e dei competitor, la definizione del target e relativa segmentazione, la scelta di mood grafici, contenuti e tone of voice in base a cui elaborare il prototipo.
  • ProgettazioneE’ il momento creativo in cui le unità operative UX e Sviluppo si uniscono e coordinano sotto la supervisione di Project Manager e Account per la proposta progettuale: si sceglie la piattaforma più adatta, si studiano eventuali integrazioni ad hoc, si valutano le funzionalità e i formati con cui predisporre i materiali (schede di prodotto, immagini, importazione dati). Si definisce l’architettura di navigazione, l’interfaccia più user-friendly da desktop e mobile e il visual più adatto a rivestirla. Ogni dettaglio viene condiviso con il cliente, in ottica propositiva ma anche consulenziale sulle logiche ottimali da tenere presente quando ci si muove nel digitale: massima attenzione quindi alla sicurezza e alla facilità di gestione ordini e spedizioni da backend.
  • Lancio e promozioneLa fase finale corrisponde al “momento della verità”: tutto questo lavoro sarà premiato dal successo o no? Certo, è necessario aspettare almeno un paio d’anni per dirlo, o almeno per arrivare al famoso “break even”, ma lo abbiamo detto più volte: il lancio di un nuovo e-commerce è solo l’inizio dell’avventura. E il web marketing è sicuramente un’attività da prevedere e impostare fin da subito, indispensabile ormai per ottenere traffico di qualità e spingere le conversioni. Questo a partire da interventi sul sito stesso, ovvero dalla SEO e dal blog – per scalare i risultati sui motori di ricerca offrendo contenuti di qualità – passando alla creazione di profili social dove raccogliere e riunire la propria Community, per arrivare alle campagne PPC e al mail marketing. Il tutto ovviamente integrato in una strategia globale calibrata su obiettivi di medio termine ben definiti in base al ROI.

La nostra web agency di Parma è quindi ampiamente strutturata ed esperta per offrire servizi dedicati alla realizzazione di e-commerce professionali, senza perdere l’attenzione e la capacità adeguarsi alle evoluzioni in atto. Ma a cosa di preciso?

Gli scenari futuri

Una crisi potentissima quanto inaspettata ha generato grandi opportunità per consumatori e aziende italiane, spalancando le porte del business online: ben 2 milioni di nuovi acquirenti da inzio anno, secondo le stime dell’autorevole Netcomm .Guardandola da questa prospettiva, la pandemia del Coronavirus ha certamente segnato l’accelerazione che il mercato attendeva, ma ha anche reso più evidenti criticità e “falle di sistema” su cui intervenire:

  • Customer journey tra on e offline: è il momento di andare oltre il concetto di omnicanalità, di concepire la customer experience come un continuum al di là dei canali, per metterli davvero in comunicazione tra loro nella massima fluidità. Sempre più importanti quindi le attività correlate di customer care, da gestire internamente o affidare a partner selezionati, piuttosto che trascurarla.
  • Sicurezza e trasparenza: se tanti nuovi e-shopper hanno superato diffidenza e pregiudizi, è importante non sprecare la loro fiducia attraverso una gestione tempestiva degli ordini e sulla solidità dei pagamenti online.
  • Integrazione piattaforme: nel post lockdown la “safe-experience”, ovvero senza contatto personale, rappresnta un criterio preponderante per le scelte di acquisto, orientando i seller su formule di consegna alternative: dal click&collect o drive&collect al ritiro in locker. Un nuovo modello distrbuitivo di cui le agenzie di sviluppo e-commerce dovranno tenere in particolare conto proprio nel caso dei piccoli negozianti che, avvicinandosi ora all’e-commerce hanno optato per la collaborazione con soggetti terzi di delivery già presenti online per servire la propria zona.
  • Marketing automation e intelligenza artificiale: già tra i trend annunciati per il 2020, l’utilzzo di software per elaborare e gestire in automatico la mole di dati sui comportamenti degli e-shopper è un tema ancora più attuale e urgente al fine di migliorare l’efficienza e la personalizzaione dell’offerta 1to1 e quindi la propria competitività.

In conclusione, stiamo attraversando un periodo di vero fermento per l’e-commerce, ricco di opportunità, cambiamenti strutturali e sfide per tutti. Staremo a vedere l’evoluzione del settore, anche se certo non con le mani in mano :).

 

Articoli precedenti