Tag: gestione social Parma

Social marketing

Costruiamo e rafforziamo il vostro social media engagement

Facebook, Instagram, Youtube, Linkedin, Whatsapp sono ormai piattaforme imprescindibili per fare business. Esse giocano un ruolo ormai sempre più importante nel modo in cui le persone si informano e prendono decisioni di acquisto e, d’altra parte, sull’immagine delle aziende e la visibilità dei propri prodotti e inizative.

Non puoi non esserci, ma scegli anzitutto come

Qualunque azienda che intraprenda oggi un’attività di web marketing non può omettere dalla  strategia la gestione dei propri profili ufficiali e la programmazione delle campagne di social media marketing. Qualcosa di ben diverso da “esserci” e fare qualche inserzione occasionale: il nostro obiettivo è aiutare i brand ad avere una presenza sui propri social modellata sulla loro identità, ma anche adeguata ai canali di interesse grazie un linguaggio autentico, sempre più in modalità “one-to-one”. Soprattutto, mirata a creare relazioni e sviluppare intorno a sé una communty attiva e fidelizzata.

Il nostro servizio: creatività e monitoraggio costante

Come agenzia web specializzata in Social Media Marketing, siamo convinti che la maggior parte delle aziende che si rivolge a questo tipo di servizio necessiti anzitutto una consulenza strategica. E’ fondamentale infatti non tanto essere ovunque, ma operare delle scelte oculate su quali social presidiare maggiormente e farlo non attraverso piani editoriali da riempire e riproporre sistematicamente ma con contenuti e creatività realizzate ad hoc, capaci di dare un effettivo valore aggiunto agli utenti. E sempre sviliuppati partendo dall’ascolto della rete del pubblico di riferimento tramite strumenti di insight. Solo così si può arrivare a dei risultati concreti di engagement e affiliazione  Facendo tesoro dell’esperienza acquisita e di un costante aggiornamento, offriamo un servizio a tutto tondo, completo di:
  •  Analisi di scenario e ascolto
  •  Progettazione e sviluppo del piano strategico
  •  Apertura, gestione e ottimizzazione dei profili aziendali 
  •  Gestione delle pagine e dei contenuti (piani editoriali, copywriting, grafica e creatività, instant marketing, concorsi)
  •  Consulenza  o gestione diretta di commenti e messaggi 
  •  Pianificazione, sviluppo e monitoraggio di campagne di Social Media Marketing locali e nazionali
  •  Campagne viral marketing
  •  Inserzioni mirate per campagne e-commerce 
  •  Monitoraggio costante 
  •  Community management e Customer Service
Qualsiasi tipo di business e qualsiasi raggio d’azione abbia la vostra azienda, potrete affidarvi a una consulenza professionale per progetti su misura, per trasformare e mettere a frutto la vostra presenza social cogliendo le migliori opportunità. Richiedete maggiori informazioni o un incontro con Social Media Specialist tramite il nostro form di contatto.  

Instagram diventa multiaccount

Finalmente l’aggiornamento più richiesto dagli Igers potrebbe diventare realtà: sembra infatti che a breve possa divenire possibile gestire più profili senza dover per forza fare logout/login tra uno e l’altro.

Questa modifica faciliterebbe notevolmente il compito a chi utilizza Instagram per scopi professionali (ad esempio gestendo profili per conto di diversi brand) o ha più account legati a progetti diversi.

Per il momento Instagram sta testando la feature su Android, ma la direzione è quella di estendere il multiaccount a tutti. Per chi fosse interessato a provare in anteprima questa funzione, è possibile far parte del gruppo di beta tester Android installando la versione 7.12.0 dell’app e seguendo le istruzioni.

La modifica arriva proprio dopo aver comunicato ulteriori restrizioni all’utilizzo delle API da parte di app terze, in modo garantire agli utenti un maggior controllo dei contenuti e della privacy.

Questo aggiornamento, collegato alle sponsorizzazioni introdotte tempo fa, collocherebbe Instagram in un’ottica sempre più commerciale, rispondendo all’esigenza dei vari brand di poter essere sempre più visibili e attivi anche in questo amatissimo Social.

Instagram diventa quindi sempre più professionale, e altrettanto professionali devono essere le attività di social media marketing ad esso collegate: rivolgiti anche tu a dei professionisti per far decollare il tuo profilo!


Twitter: come può aiutare il tuo business

Con la diffusione degli smartphone, gli italiani passano sempre più tempo sui social network, ormai diventati una valida occasione per fare marketing per tutti coloro che possiedono un’attività. Tali realtà virtuali permettono di ampliare il bacino d’utenza interessato al prodotto/servizio che proponiamo e offrono indubbiamente maggiore visibilità al nostro brand facendo conoscere a più persone la nostra attività.

Twitter è una delle piattaforme più utilizzate e con i suoi 316 milioni di utenti attivi mensilmente, può essere un ottimo strumento da utilizzare per il nostro business. Vediamo allora come usare al meglio questo social per promuovere la nostra attività.

Il primo passo per un Twitter marketing vincente è possedere una biografia efficace: la presentazione è il nostro biglietto da visita virtuale, bisogna pertanto dare una chiara descrizione del nostro business, della nostra vision e dei nostri valori. Fornire quante più informazioni possibili, infatti, permette di trasmettere ai follower un’idea di trasparenza e serietà di noi e dell’ attività che svolgiamo. In questo senso può essere d’aiuto aggiungere immagini del logo e foto che ritraggono la quotidianità di ciò che facciamo.

Fin dalla nostra biografia, inoltre, può essere utile inserire gli hashtag con cui poi diffonderemo i nostri tweet. Poniamo, per esempio, di essere proprietari di una falegnameria, potremmo inserire nella biografia i seguenti hashtag: #falegnameria #legno #falegnameriaXY. L’utilizzo degli hashtag è una prerogativa di Twitter: attraverso questi ultimi, il nostro messaggio può essere visto anche da chi non è ancora tra i follower, ma ha deciso di operare una ricerca attraverso l’utilizzo di una parola chiave (in questo caso, come si diceva, falegnameria).

Un’altra opportunità offerta da Twitter al business è la possibilità di inserire nel nostro profilo un link di collegamento al sito web: questo permette ai follower di raggiungerlo più facilmente e di aumentare la probabilità che questi diventino potenziali clienti. Questa utilità suggerisce un secondo vantaggio: sul nostro web site è possibile creare un riquadro che si aggiorna simultaneamente con i tweet che pubblichiamo e che rimanda al nostro profilo social in modo immediato e diretto. Questo panel permette che il flusso di visite al sito web possa trasformarsi in un notevole aumento dei follower su Twitter, che possono ritwittare ciò che noi condividiamo sul relativo profilo social.

In particolar modo, per tenere monitorate le varie attività su questa piattaforma, possiamo affidarci a Twitonomy: il tool che analizza gli altri profili, indica chi ha smesso di seguirci (utile per capire cosa non va e può quindi esser migliorato) e suggerisce il momento migliore per postare qualcosa.

La condivisione da parte di altri utenti è l’obiettivo di un’azienda su Twitter: maggiori sono i retweet, maggiore è la diffusione del nostro brand in rete. Per ottenere questo risultato è necessario offrire al pubblico che ci segue un valido contenuto, sia esso in relazione al nostro business o ad esso apparentemente estraneo. Per rendere più piacevole la navigazione può essere infatti utile variare e fornire contenuti più leggeri che siano comunque riconducibili alla nostra attività (anche se molto lontani da questa).

Per tale motivo è bene prestare attenzione a ciò che interessa ai nostri follower, e in questa ottica vengono in nostro aiuto delle comode app che ci rivelano quali sono gli hashtag più trend del periodo. Trendsmap.com, Keyhole.co e Hashtagify.me, per citarne solo alcuni, suggeriscono non solo gli hashtag del momento, ma indicano da dove provengono i “cinguettii” e quali sono le parole ad essi collegate.

Twitter offre quindi una grande possibilità di promozione del nostro business, permettendo una comunicazione diretta con gli utenti. Per poter sfruttare al meglio questa opportunità è opportuno pianificare un programma di diffusione dei nostri tweet, senza perdere però la spontaneità tipica dei social network.

 

Arianna Previdi è Social Media Manager di Stampaprint S.r.l., azienda leader in Italia nel settore della stampa online. Dopo una carriera nel print marketing, Arianna ha studiato le dinamiche del search engine marketing per approfondire le molteplici opportunità di un loro utilizzo congiunto.


Instagram lancia i video tematici

Instagram è il social più popolare fra gli adolescenti negli Stati Uniti, con più del doppio delle preferenze di Facebook e in continua ascesa. Anche a livello di contenuti Instagram entra di prepotenza fra i social che si stanno rinnovando (come Twitter e lo stesso Facebook, ad esempio) lanciando canali video legati ad eventi specifici.

Il funzionamento sarà lo stesso dei “Moments” di Twitter e simile al “Live Stories” di Snapchat: verrà realizzata una selezione dei migliori produzioni video all’interno del contenuto tematico creato ad hoc. I video caricati (questo è l’anno dei video!) potranno essere di massimo 15 secondi dopodiché si passerà automaticamente al video successivo.

L’utente può scegliere il canale tematico e scorrere visionando i vari contenuti, una volta scelto un video di suo particolare gradimento può immediatamente risalire all’utente che l’ha caricato con un semplice tap.

L’esperimento è già iniziato negli Stati Uniti qualche giorno fa in occasione della festività di Halloween (il 31 ottobre) e probabilmente in futuro coinvolgerà altri canali inclusa l’attualità, le feste, lo sport e la politica, con il concetto di far vivere i momenti più importanti proprio nel momento in cui accadono.

Continua a seguirci se vuoi restare aggiornato sul mondo dei Social o contattaci senza impegno se vuoi essere affiancato da un team specializzato nella gestione dei Social Network per la tua azienda.


Nuova rivoluzione per i Social: le Facebook Reactions

Dopo aver esposto alcune novità fra cui il video di 7 secondi come foto del profilo e i rumors sul tasto “non mi piace” il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha annunciato per il suo social un’ulteriore evoluzione e una rivoluzione dal punto di vista dell’esperienza dei fruitori, infatti sono già in fase beta in Irlanda e in Spagna (sia su APP che da desktop) le Facebook Reactions: vicino al tasto "mi piace" verranno posizionati altri emoji, faccine che esprimeranno diversi sentimenti e una possibile varietà di reazioni degli utenti al contenuto visibile in bacheca.

Lo scopo delle Facebook Reactions sarà quello di suscitare maggiore empatia, soprattutto ai quei post che non contemplano la reazione del “mi piace” vero e proprio ma che suscitano una gradualità di reazioni diverse.

Le faccine che andranno ad affiancare il classico Like saranno (pronto a scatenarti!?):

  • Love: il cuore, il contenuto che suscita amore, tenerezza.
  • Haha: la faccina che ride, per il contenuto che ti fa ridere e sorridere!
  • Yay: felicità!
  • Wow: stupore per il contenuto o la notizia letta.
  • Sad: per i contenuti o le notizie che generano tristezza.
  • Angry: rabbia, disappunto, per quella notizia che ti fa arrabbiare!

Ogni faccina avrà il suo contatore, così come avviene per il numero di Like ricevuti. Così come sarà permesso di esprimere più stati d’animo allo stesso tempo Facebook avrà la possibilità di raccogliere più informazioni e feedback sui contenuti, da parte dei suoi utenti, informazioni che permetteranno di targetizzare e implementare maggiormente le strategie di Advertising del Social, raccogliendo informazioni preziose per l’algoritmo.

Con questa novità risulterà ancora più specifico e qualificato il lavoro di Content Strategy per la gestione del Social più famoso perché le Aziende si troveranno a far fronte a una rivoluzione dal punto di vista dei feedback da parte di Clienti e consumatori, dovendo attuare strategie diverse e maggiormente pianificate per le Facebook ADS.

E tu, sei pronto a farti guidare da un team qualificato e aggiornato su ogni evoluzione del più famoso Social Network? Contattaci se hai bisogno di ulteriori informazioni a riguardo o di una strategia mirata e pianificata per la tua Azienda.


Facebook: il video come foto profilo e nuove funzionalità.

Tante novità per Facebook. Infatti nel Regno Unito e in California è già stata lanciata la nuova funzionalità che permette di caricare un video di sette secondi al posto della foto profilo. Il video (e con lui l’audio) non partirà allo scorrere della dashboard (perché creerebbe non pochi problemi di funzionalità dello scrolling) ma sarà visibile soltanto visitando il profilo dell’utente, mentre nella timeline sarà visibile solo un fermo-immagine del video.

Ora come non mai Facebook (era emerso anche dai nuovi algoritmi) punta al video come mezzo per portare grandi cambiamenti nella modalità con cui ci approcciamo al social media marketing. La funzionalità a breve arriverà anche in Italia, insieme ad altre importanti innovazioni annunciate dai manager di Facebook.

Infatti, oltre al video, l’utente potrà decidere di usare foto temporanee per celebrare specifici eventi (un esempio il filtro arcobaleno recentemente utilizzato da 26 milioni di persone per la giornata dell’orgoglio LGBT) e per mostrare una particolare attenzione a un evento, sia esso collettivo che della propria vita privata (un filtro da utilizzare per la modalità vacanza ad esempio).

Potrai creare una biografia pubblica: un’altra delle novità sarà la possibilità di inserire una breve biografia (come per LinkedIn), che potrà arrivare fino a 101 caratteri, meno di un tweet, in cui potranno essere usate le emoticons e un massimo di 5 fotografie.

Un’altra novità di Facebook riguarda lo spostamento della foto profilo che sarà visualizzata al centro e di maggiori dimensioni, anziché a sinistra come attualmente. Queste grandi innovazioni del Facebook Marketing cambieranno l’approccio al modo in cui visualizzeremo i profili e con cui potremo personalizzare e caratterizzare maggiormente la nostra esperienza sul famoso social network.

E tu, sei pronto a farti guidare in tutti i cambiamenti in atto? 


Facebook: arriva davvero il tasto non mi piace?

In questi giorni nel mondo dei Social Network corre veloce la notizia di una fantomatica introduzione del dislike, il tanto blasonato tasto “non mi piace” di Facebook.

Ma si tratta di una notizia reale? L’indescrizione sarebbe nata in seguito alle parole di Zuckerberg il quale, facendo riferimento ad alcuni drammi d’attualità, avrebbe osservato come sul popolare Social non sia attualmente possibile esprimere il proprio stato d’animo con un semplice “like”, soprattutto di fronte ad avvenimenti particolarmente negativi.

In seguito, il CEO di Facebook avrebbe specificato che ad essere introdotto non sarà un vero e proprio “tasto dislike”, ma un “tasto empatia” (empathy button), ovvero uno strumento in grado di permettere con più precisione agli utenti di esprimere il proprio stato emotivo.

Sembra quindi che sia in vista un cambiamento nelle modalità di relazione sul Social Network, le cui potenzialità non sono ancora prevedibili, ma che difficilmente passeranno inosservate.

Non resta che attendere lo sviluppo di questa novità e il relativo impatto nell’universo Facebook.  


Hootsuite ed Instagram, la coppia dell’estate!

Buone notizie dal mondo dei social network, soprattutto per i social media manager e per chiunque si trovi nella necessità di dover regolarmente programmare i propri post e la propria comunicazione online.

Hootsuite, la nota piattaforma che permette di gestire diversi profili social direttamente dalla stessa bacheca, ha infatti finalmente implementato anche Instagram.

L’integrazione del social fotografico più popolare al mondo era una delle funzioni più richieste dagli utenti da ormai diverso tempo.

Per utilizzare Instagram dalla dashboard Hootsuite, è necessario aggiungere semplicemente il proprio account. Una volta fatto, sarà possibile programmare post futuri, monitorare i contenuti e fare tutto ciò che si può fare sull’ app di Instagram.

Infine, il fatto di poter usufruire di questo social da Hootsuite non garantisce solamente una semplificazione della programmazione, ma permetterà di capire, dal confronto diretto con Facebook e Twitter, l’efficacia di questo canale per attirare utenti al proprio sito.

Se nonostante questi strumenti il mondo social rimane ancora troppo intricato per te, rilassati: affida la tua comunicazione ad un team di esperti!


LinkedIn Ads: come promuoversi B2B

Se stai cercando nuove soluzioni di promozione, hai bisogno di individuare professionisti o collaboratori per la tua azienda, o ancora vorresti raggiungere nuovi clienti, allora dovresti prendere in considerazione gli annunci pubblicitari su LinkedIn.

LinkedIn Ads è lo strumento ideale per creare business e contatti qualificati tramite social network, soprattutto per chi opera in un mercato B2B.

La particolarità della piattaforma è quella di permettere una dettagliata profilazione del target, basata su specifiche caratteristiche professionali, anzianità (ad esempio amministratori, direttori, proprietari ecc.), settore ed area geografica.

Ecco alcuni consigli per iniziare a promuoverti su LinkedIn:

  • profila il tuo pubblico: definisci nicchie il più ristrette possibile e costruisci un messaggio pertinente e personalizzato;
  • costruisci bene il tuo annuncio: in poco testo devi riuscire a far comprendere al tuo pubblico che quell’annuncio è rivolto a loro e offre la soluzione ad un loro problema;
  • studia attentamente la tua call to action e progetta bene il contenuto della tua landing page;
  • segui la tua campagna: hai la possibilità di realizzare ben 15 varianti di un annuncio, il che ti permette di effettuare test, confronti ed eventuali modifiche.

Può sembrare difficile, ma ne vale la pena: LinkedIn Ads ha infatti il tasso di conversione più alto in assoluto, ben il 227% in più rispetto a Facebook o Twitter!

Se sei in difficoltà o vuoi intraprendere una campagna studiata ad hoc per il tuo business, Iride Comunicazione si occupa anche di progetti di LinkedIn Ads. Contattaci!


Facebook premia la risposta veloce

Non è sufficiente avere una pagina Facebook per pensare di essere sui social e fare un buon lavoro di promozione.

Arrivare ai potenziali clienti è frutto di diversi fattori: oltre ai buoni contenuti, alle immagini in alta risoluzione, alla creatività, all’autenticità e al monitoraggio dei dati statistici c’è un’altra caratteristica fondamentale per gestire al meglio la comunicazione social: l’attenzione all’interazione con i clienti, attuali o potenziali.

La conversazione con gli utenti e la corretta gestione delle interazioni può avvenire sia attraverso commenti e risposte ai commenti sia attraverso i messaggi in privato. Ben venga la tua capacità di stimolare il cliente a chiedere informazioni riguardo la tua attività attraverso i contenuti che pubblichi, ma poi devi anche essere altrettanto bravo a saper canalizzare i risultati positivi, come una domanda specifica sul prodotto o sul servizio che offri.

L’utente medio/il cliente medio tende a preferire la richiesta di informazioni via Facebook senza dover mai uscire dalla piattaforma per reperirle: da qui la sua avversione per le mail che diventano uno sforzo in più, una piccola fatica che spesso può essere determinante.

Saper rispondere correttamente ai messaggi privati e farlo in breve tempo può davvero fare la differenza: ridurre al minimo i tempi di risposta vuol dire comunicare che l’azienda è realmente attiva sui social e non dare la possibilità alll’utente di dimenticarsi della richiesta che ha effettuato (può capitare, siamo talmente bombardati di informazioni e contenuti più o meno stimolanti che ci si dimentica di aver commentato qui o aver chiesto di là).

A volte si rischia di perdere una conversione, un acquisto o far fuggire definitivamente l’utente.

Certo, non è sempre possibile essere veloci o rispondere in tempo reale, la più consigliata tra le pratiche, ma in linea di massima è meglio rispondere entro breve, entro due ore circa dal messaggio di richiesta.

Ad avvallare questa teoria è arrivato Facebook in persona che ricorda agli amministratori delle pagine fan di prestare sempre più attenzione alla rapidità con cui si risponde ai messaggi, premiando i più veloci con l’icona molta reattività ai messaggi.

È il momento di fare un esame di coscienza e vedere come stai gestendo l’interazione con i tuoi fan. Non dimenticare che ognuno di loro potrebbe diventare il tuo prossimo cliente.